Get cape. Wear cape. Fly.

L'insonnia è un'illusione da sfaticati, Malaussène, si dorme sempre più di quanto non si creda, nella vita.

Ask me anything

social

Tumblinks

search

powered by tumblr
seattle theme by parker ehret

  1. cookies4crumbs:

c’era una volta questa tipa tosta, racconta meredith all’inizio del sison finali che mi auguro abbiate visto, che non era una vera tipa tosta come quella di giochi preziosi che forse mi sto inventando, ma una di quelle che prima fanno le superfighe e poi schiattano dissanguate su un lettino d’ospedale come delle poracce qualunque in mano a una baldracca qualunque (shonda). insomma meredith, che siccome è in travaglio parla sotto la pioggia perché quando una pazza partorisce anche seattle piange, dice: ve la ricordate? poraccia! poraccia quanto ti pare meredith ma NO, primo non abbiamo mai mangiato insieme, secondo non sei il salento che tutti ti sanno e questa non è l’estate del 2011. comunque è inutile che fai la scherzona perché ieri a lei, oggi a te. come? sò quelle cose che dici a me non succederà mai? ecco, tu non lo puoi dire, stolta! comunque niente mettono il ragazzino cagacazzi su un elicottero e inizia la tempesta perfetta. non pensi che un giorno mi guarderai e tutto quello che vedrai sarà solo quel ragazzino cagazazzi? dice cristina, cristina senti, dice owen. ok, concludono. poi entriamo nel vivo con un assaggio di sanità italiana in cui il mio fidanSato dice me ne frega cazzi se cosa c’ha altri settantordici ragazzini da deliverare, tu vieni prima di tutto, tu esci fuori dal mucchio, tu sei la nota felice e suonerai ti ascolto anche ad orecchio  e poi siamo agli sgoccioli di stagione, prima ti muoriamo meglio è. e infatti va via la luce e addio, anche a seattle siamo nelle mani di manutentori di luci giovani e aitanti (LOL NO) che quando ti servono si fanno venire un infarto dall’emozione. di nuovo, it’s so italia. nel frattempo il mio fidanSato e cristina fanno una gara a chi arriva prima al lettino e poi si siedono, ma comunque niente, al rallentin sono proprio bellissimi. race for the cure per meredith che viene lasciata in mano a gongolo a dissanguarsi fino all’intervento della bailey che, a sopresona (again, LOL NO), dopo un attacco isterico la salva, uccidendo solo la vita sociale del povero infelice che porterà il suo nome per sempre (o almeno fino al prossimo finale con morto… potresti essere tu, bambino). a quel punto niente, si scaricano tutte le pile che tengono in vita i bambini che, scopriamo, respirano a pacchi di duracell e un camion si schianta davanti all’ospedale. fuoco, fiamme e gente impazzita che si urla in faccia cose tipo me la sono scopata perché tu continui a fare quella che ha visto il film e invece il film te l’hanno solo raccontato, io mi fidavo e tu mi hai tagliato una gamba, dovevi stare sull’aereo a soffrire e invece no, finiscila di dire che non hai perso niente, hai perso me così come io ho perso un arto, il mio fascino e tutto il rispetto dei miei fanzzzzi (grazie shonda, grazie). e poi di nuovo fuoco, fiamme e un’ottima occasione per far fare al bell’idiota quella camminata alla ben affleck al ritorno in patria in armageddon, ma con in più le fiamme dell’infermo, una ragazzina deficiente in braccio e una pazza che urla GIESO, ASK ME TO STAY. askala avery, ti prego rivestiti e askala. comunque niente, nessuno muore ma richard non si sente tanto bene che infatti quando il non giovane gli dice devi solo girare la manopola io l’ho detto subito: eccola là. e infatti. però nessuno lo cerca e quindi niente, fino a quel momento non ci sarà morte in questo finale di stagione, come non c’è albero che faccia rumore nel deserto, se nel deserto nessuno lo sente.

<3.

    cookies4crumbs:

    c’era una volta questa tipa tosta, racconta meredith all’inizio del sison finali che mi auguro abbiate visto, che non era una vera tipa tosta come quella di giochi preziosi che forse mi sto inventando, ma una di quelle che prima fanno le superfighe e poi schiattano dissanguate su un lettino d’ospedale come delle poracce qualunque in mano a una baldracca qualunque (shonda). insomma meredith, che siccome è in travaglio parla sotto la pioggia perché quando una pazza partorisce anche seattle piange, dice: ve la ricordate? poraccia! poraccia quanto ti pare meredith ma NO, primo non abbiamo mai mangiato insieme, secondo non sei il salento che tutti ti sanno e questa non è l’estate del 2011. comunque è inutile che fai la scherzona perché ieri a lei, oggi a te. come? sò quelle cose che dici a me non succederà mai? ecco, tu non lo puoi dire, stolta! comunque niente mettono il ragazzino cagacazzi su un elicottero e inizia la tempesta perfetta. non pensi che un giorno mi guarderai e tutto quello che vedrai sarà solo quel ragazzino cagazazzi? dice cristina, cristina senti, dice owen. ok, concludono. poi entriamo nel vivo con un assaggio di sanità italiana in cui il mio fidanSato dice me ne frega cazzi se cosa c’ha altri settantordici ragazzini da deliverare, tu vieni prima di tutto, tu esci fuori dal mucchio, tu sei la nota felice e suonerai ti ascolto anche ad orecchio  e poi siamo agli sgoccioli di stagione, prima ti muoriamo meglio è. e infatti va via la luce e addio, anche a seattle siamo nelle mani di manutentori di luci giovani e aitanti (LOL NO) che quando ti servono si fanno venire un infarto dall’emozione. di nuovo, it’s so italianel frattempo il mio fidanSato e cristina fanno una gara a chi arriva prima al lettino e poi si siedono, ma comunque niente, al rallentin sono proprio bellissimi. race for the cure per meredith che viene lasciata in mano a gongolo a dissanguarsi fino all’intervento della bailey che, a sopresona (again, LOL NO), dopo un attacco isterico la salva, uccidendo solo la vita sociale del povero infelice che porterà il suo nome per sempre (o almeno fino al prossimo finale con morto… potresti essere tu, bambino). a quel punto niente, si scaricano tutte le pile che tengono in vita i bambini che, scopriamo, respirano a pacchi di duracell e un camion si schianta davanti all’ospedale. fuoco, fiamme e gente impazzita che si urla in faccia cose tipo me la sono scopata perché tu continui a fare quella che ha visto il film e invece il film te l’hanno solo raccontato, io mi fidavo e tu mi hai tagliato una gamba, dovevi stare sull’aereo a soffrire e invece no, finiscila di dire che non hai perso niente, hai perso me così come io ho perso un arto, il mio fascino e tutto il rispetto dei miei fanzzzzi (grazie shonda, grazie). e poi di nuovo fuoco, fiamme e un’ottima occasione per far fare al bell’idiota quella camminata alla ben affleck al ritorno in patria in armageddon, ma con in più le fiamme dell’infermo, una ragazzina deficiente in braccio e una pazza che urla GIESO, ASK ME TO STAY. askala avery, ti prego rivestiti e askala. comunque niente, nessuno muore ma richard non si sente tanto bene che infatti quando il non giovane gli dice devi solo girare la manopola io l’ho detto subito: eccola là. e infatti. però nessuno lo cerca e quindi niente, fino a quel momento non ci sarà morte in questo finale di stagione, come non c’è albero che faccia rumore nel deserto, se nel deserto nessuno lo sente.

    <3.

     
  2. "Meredith che molla Derek MENTRE Mark muore per fare la partaccia sull’aereo e finire a bere al bar dell’aereoporto è da divorzio immediato, senza passare dal via."
     
  3. "Mark would never abandon willingly Sofia and he would never willingly abandon Callie. So Mark dies. And he and Lexie get to be together in a way. Their love remains true."
    — 

    Shondaland’s photo ““WHY THE F#%K DOES SHONDA KILL CHARACTERS?!” on WhoSay

    "Their love remains true?" 
    Joey e Pacey avevano 16 anni e ne sapevano più di te riguardo il true love!
    ZOCCOLA! 

     
  4. cookies4crumbs:

    (…) veramente shonda, ma de che cazzo stamo a parlà? e di che cazzo parliamo quando hai sminchiato pure la bontà di arizona, che ha vacillato davanti a un trombiamo? che per poco non lascia la povera teddy teddy affogare da sola tra vino e caffè. chi le avrebbe tenuto la testa? chi? chi se tu vuoi far trombare tutti, anche chi non se lo merita? perché la bailey non se lo merita, shonda, la bailey che c’ha ancora le visioni e resta brutta come la morte perché è brutta, non solo non si guarda allo specchio, ma si permette pure di abbandonare le amiche perché l’uomo nella sua testa ha deciso che lui quella partita non la guarda, la registra perché preferisce stare con lei. no, shonda, no. perché io lo capisco che tu ti immedesimi, ma tu lo capisci che non è reale? 

    i8shonda2
    (e però un sacco di numeri minori di tre per cookies) 

     
  5. cookies4crumbs:



(&#8230;) considero poracci lexie e mark, che con le loro facce e quella tartaruga, avresti potuto cambiarci tutto il mondo. considero poraccia te, mia cara shonda, che ormai non fai più ipotesi né considerazioni. considero poraccio questo martin che per un punto perse la cappa, ricordati che è sempre un attimo, mandare tutto in vacca.



Aridatece Lexie e Mark.Pefffavore. 

    cookies4crumbs:

    (…) considero poracci lexie e mark, che con le loro facce e quella tartaruga, avresti potuto cambiarci tutto il mondo. considero poraccia te, mia cara shonda, che ormai non fai più ipotesi né considerazioni. considero poraccio questo martin che per un punto perse la cappa, ricordati che è sempre un attimo, mandare tutto in vacca.

    Aridatece Lexie e Mark.
    Pefffavore. 

     
  6. "Chi invece nessuno ci deve obbligare a tenere è Lidol Grey, ovvero generatrice automatica di gaffe e comportamenti inappropriati. Lexie, ti vogliamo benissimo e sai che c’è? Saresti una madre bravissima, sia per Gianfranca, sia per quel MOSTRO di CALZONA, che con te diventerebbe improvvisamente meravigliosa. Dai, rimettiti con quel TINTO MALE di Mark."
     
  7. Tanta tristezza.

    Tanta tristezza.

     
  8. cookies4crumbs:

(&#8230;) perché per ogni “what if” che viene pronunciato, c’è un “it was meant to be” non detto che rimette tutto a posto, che muove i fili della trama e della vita forse. il “meant to be” che riporta meredith al bancone del bar che l’ha portata a zola; che riporta lucentezza ai capelli di shepah; che rende infelici addison e mark; riunisce lexie e meredith; riporta la tequila alle twisted sister; mette callie verso arizona e karev nell’angolo degli stronzi. insomma, per ogni volta che ci si chiede “cosa sarebbe successo se” (cosa che peraltro si erano già chiesti tutti dentro e fuori lo schermo, shonda la fantasia) c’è un evento che ti riporta esattamente dove dovevi e devi essere… fosse pure il grande dimenticatoio o l’angolo degli stronzi.

La grande, immensa saggezza della cookies. (applausi sul "che rende infelici addison e mark" , che facciamo sempre l&#8217;errore di immaginare il meant to be come una cosa felice, ed invece no.) 

    cookies4crumbs:

    (…) perché per ogni “what if” che viene pronunciato, c’è un “it was meant to be” non detto che rimette tutto a posto, che muove i fili della trama e della vita forse. il “meant to be” che riporta meredith al bancone del bar che l’ha portata a zola; che riporta lucentezza ai capelli di shepah; che rende infelici addison e mark; riunisce lexie e meredith; riporta la tequila alle twisted sister; mette callie verso arizona e karev nell’angolo degli stronzi. insomma, per ogni volta che ci si chiede “cosa sarebbe successo se” (cosa che peraltro si erano già chiesti tutti dentro e fuori lo schermo, shonda la fantasia) c’è un evento che ti riporta esattamente dove dovevi e devi essere… fosse pure il grande dimenticatoio o l’angolo degli stronzi.

    La grande, immensa saggezza della cookies. 
    (applausi sul "che rende infelici addison e mark" , che facciamo sempre l’errore di immaginare il meant to be come una cosa felice, ed invece no.) 

     
  9. Che un giro nell&#8217;alternate universe è carino anche solo per vedere di nuovo Mer che beve tequila.E comunque: Ellen Pompeo è sempre stata così tanto cagna a recitare o è peggiorata ultimamente perché si è stufata? 

    Che un giro nell’alternate universe è carino anche solo per vedere di nuovo Mer che beve tequila.
    E comunque: Ellen Pompeo è sempre stata così tanto cagna a recitare o è peggiorata ultimamente perché si è stufata?